Immanuel Casto: il cantante un pò porno

Immanuel Casto: il cantante un pò porno

22/12/2016

Immanuel Casto: il cantante un pò porno

Manuele Cuni da Villa di Serio a molti non dirà nulla, ad altri neppure. Forse, se aggiungiamo il nome d'arte "Immanuel Casto", già potrebbe andare meglio, ma anche no.

Eppure come lui ce ne sono pochi, o forse nessuno. Lontano dal circuito mainstream, ma figlio della più democratica rete, il cantautore bergamasco ha preso due cose che piacciono a molti - la musica e il sesso - e le ha unite. Il risultato è un porn groove dai titoli che è meglio non pronunciare ad una cena di famiglia: "Tropicanal", "Che Bella La Cappella", "Escort 25", "DiscoDildo", tanto per citarne alcuni.

Il tappeto su cui vengono spalmati i testi senza peli sulla lingua è fatto di musica elettronica o, se preferite, di quel "popdenz" declamato con vera cialtroneria da Marco Marfè, il ragazzo di Napoli della debacle più famosa di X Factor. Ricordate?

Facile pensare che, in questi casi, prevalga l'ironia, così come viene naturale quando si compie la scelta di essere demenziali. E l'ironica c'è, ma non entra dalla porta, bensì dalla finestra. Questo perché Immanuel Casto riesce a intonare i suoi stornelli di satira sociale con la stessa serietà con cui canterebbe "Va Pensiero" e correda i brani con videoclip accurati, che non hanno lo scopo di strappare la risata.

In buona sostanza, è credibile, e questo lo rende divertente. Provate a cantare "oh che bella la cappella, dove mi inginocchierò" senza ridere, rimanete seri e mostrate convinzione rispetto a ciò che state dicendo: l'effetto sarà esilarante.

E i fan lo premiano per questo con vaste presenze ai concerti e milioni di visualizzazioni su Youtube: "Escort 25", ad esempio, ne ha più di 2 milioni, "Tropicanal" 1 milione e trecentomila.

Funziona la schiettezza, fa colpo l'irriverenza e la percezione che dietro a ogni goliardica trovata ci sia lavoro e non improvvisazione. Per il genere proposto e i canali di diffusione adottati, Immanuel Casto resta un prodotto per un pubblico specifico. Ma lui intanto macina dischi, 4, di cui uno distribuito da Universal, e interviste, tra le quali spicca quella doppia con Cristina D'Avena, in una chiara contrapposizione tra dissolutezza e innocenza. Peraltro Cristina D'Avena non è nuova alla frequentazione di esponenti della musica demenziale, se è vero che con i Gem Boy fa coppia fissa da anni, sfornando tour di grande successo. Che sia l'inizio di un nuovo sodalizio artistico?

Temistocle Marasco


Vai ai testi di Immanuel Casto

Ti piacciono i nostri articoli? Iscriviti alla nostra Newsletter per non perderne nemmeno uno!!


NEWS NELLA CATEGORIA: GOSSIP E CURIOSITÀ

Cerca nelle news

http://www.toptesti.it

I testi musicali presenti sul sito sono
forniti da SingRing.

©2010-2017 toptesti.it