Testo della Canzone e Videoclip Sogni di Anthony Galeota

  • News dal mondo della musica
  • Neil Young: un archivio online gratis con tutte le sue canzoni Neil Young: un archivio online gratis con tutte le sue canzoni
    Tutte le canzoni di Neil Young, ma proprio tutte, a disposizione dei fan gratis, e pure in alta qualità! Waterface ha deciso di fare questo [..]
  • Ritratto di Willie Peyote Ritratto di Willie Peyote
    Guglielmo Bruno, in arte Willie Peyote, si distoglie dall'immagine del rapper-gangster a cui siamo abituati. Con occhiali da vista e camicetta a quadri appare più come uno giovane scrittore che uno del giro hip-hop tutto tatuaggi e sguardi truci. [..]
  • ACDC: nuove rivelazioni sulla morte di Bon Sott ACDC: nuove rivelazioni sulla morte di Bon Sott
    Gli ACDC sono nati nel 1973. Il loro primo cantante fu Dave Evans, sostituito dopo solo un anno da Bon Scott. Bon Scott all'epoca faceva l'autista,[..]
  • Spice Girls, ci risiamo? Spice Girls, ci risiamo?
    Il 2018 potrebbe essere l'anno della seconda reunion della girl band più famosa di sempre: le Spice Girls. 75 milioni di dischi venduti non sono riusciti a tenere insieme le 5 ragazze che, ciclicamente[..]
  • testo Sogni di Anthony Galeota

Vota questo testo
it en fr de es

Sogni

RIT: Prendevo a calci tutti i miei sogni.

Senza pensar di dover affrontare.

Nego i rimpianti tutti i miei giorni,

non mi volterò mai più indietro no (X 2)


Gennaro Lillo:


Prendevo a calci i miei sogni,

mica pensavo che tutti sti stronzi,

poi mi tenevano sveglio le notti,

per rovinare i miei giorni migliori.

A furia di recitare preghiere sono diventato un attore,

il fatto è che metto un sorriso per non far vedere il dolore.

Giuro che non l'ho mai fatto per niente, no

no non l'ho mai fatto per niente.

Devi avere coraggio anche con le pistole puntate alle tempie

e brindo con le lacrime a chi se n'è andato lasciandoci un vuoto dentro.

E' scritto sulla lapide per ricordare chi è stato portato dal vento.

E' un bene che il mio passato mette a testa in giù,

chi danza tra le fiamme impara a non scottarsi più.

Prendi lo zaino, tendimi la mano che partiamo,

ci bastano due cuffiette per scappare più lontano.

Per ogni promessa mancata,

per ogni persona che poi se n'è andata,

per ogni ragazzo morto sulla strada,


per ogni ragazza che è stata picchiata.

Per ogni vittima arrestata,


per ogni bambino che ha perso la mamma,

ed infine per il mio veleno e


per dire a mio pade che finalmente ce l'ho fatta.


RIT: Prendevo a calci tutti i miei sogni.

Senza pensar di dover affrontare.

Nego i rimpianti tutti i miei giorni,

non mi volterò mai più indietro no (X 2)


Anthony Galeota:


Prendevo a calci tutti i miei sogni,

non restano stralci di cui io mi vergogni.

Mi raccomandavo solo di sperare,

mi accomodavo senza disperare.

Resto fermo a pensare che ogni gesto può tramutare,

col mio ego non so parlare, un teschio privo di materia cerebrale.

E si sa che la vita è fatica. Raccimolando esperienze

sensando sta vita pensando in salita affrontando la sfida,

una madre che sgrida ad un figlio eremita,

incrociando le dita per una riuscita che mai ti è riuscita,

fai troppa fatica, l'anima è tradita ma non è finita, ti attacchi

alle ansie tipo calamita che celano

le fragilità che hai tenuto nascosto nel corso degli anni.

C'erano possibilità affinchè le tue azioni non recassero danni.

Cedono le inutilità delle pare che pare che portino affanni.

Certo so, volutamente ho contribuito

ad aumentare quantità dei miei malanni.

Si cresce senza riuscire a capire chi vuole apparire o finge di sparire,

isolato, disconnesso, capisci di dovere dare conto a te stesso.

Ragazzi che coi loro testi raccontano storie per molti da manicomio.

Parlo di tutti parlando di me, questa è la storia di Antonio.


RIT: Prendevo a calci tutti i miei sogni.

Senza pensar di dover affrontare.

Nego i rimpianti tutti i miei giorni,

non mi volterò mai più indietro no (X 2)


Robert De Pompeis:


Piccolo negro, figlio di troia,

già a 12 anni la notte nn torna.

Si sveglia tardi, mamma lo implora dicendo alzati è ora di scuola.

Lui non si alza, rimane a letto ieri rapina volto scoperto.

Diceva infame, lasciami stare, ho due bambini a casa da sfamare.

Lui è incosciente, per lui era tutto.

Chiuse quegli occhi e premette il grilletto.


RIT: Prendevo a calci tutti i miei sogni.

Senza pensar di dover affrontare.

Nego i rimpianti tutti i miei giorni,

non mi volterò mai più indietro no (X 2)
  •   Video 1 di 3
  • Lascia un commento alla canzone
  • *
Partecipa al sondaggio
L'eterno dilemma: preferite i Beatles o i Rolling Stones?
http://www.toptesti.it

I testi musicali presenti sul sito sono
forniti da SingRing.

©2010-2017 toptesti.it