Cat Stevens e quel treno mai partito


Ho letto una recente intervista di Yusuf/ Cat Stevens che mi ha molto commossa.

L'artista britannico ha infatti dichiarato al Corriere della Sera, che ripensando al suo brano "Peace Train", si sente di affermare che quel treno non è mai partito: " vivere con gli altri è una vera e propria sfida e nonostante i nostri sforzi, la politica e le questioni pratiche si mettono in mezzo alle nostre aspirazioni."

Mi sembra una riflessione molto attuale. Poco meno di due anni fa, all'inizio di questa pandemia, eravamo sicurissimi che il mondo e l'essere umano sarebbero cambiati, che sarebbe stato tutto diverso, l'ambiente più pulito, più vicini gli uni agli altri, invece ad oggi mi trovo d'accordo con Cat Stevens: decisamente quel treno non è partito.

L'intervista è nata in occasione della riedizione dell'album dell'artista britannico "Teaser and the Firecat" ,che quest'anno ha compiuto 50 anni dalla sua pubblicazione: è stato inciso infatti nel 1971.

A quei tempi Cat Stevens era all'apice del suo successo, i più lo ritenevano, giustamente, uno dei migliori cantautori della sua generazione e con l'uscita di quest'album non fece altro che confermare quello che tutti sostenevano.

Lo stile intimista e riflessivo si sposa benissimo con le melodie quasi da fiaba, diciamoci la verità l'artista britannico ci ha fatto sognare.

Eppure sei anni dopo la realizzazione di quest'album meraviglioso, proprio all'apice del suo successo la sua carriera si è bruscamente interrotta.

Ha collaborato con numerosissimi artisti internazionali nel corso della sua carriera, con David Bowie per ben 3 album di fila, nel 1973 ha suonato persino con i Black Sabbath.

Fino a quando nel 1977 dopo aver rischiato di annegare, Cat Stevens comincia a premere il piede sul freno, rallenta le sue attività, si converte all'Islam prendendo il nome di Yusuf.

Adesso vive a Dubai, nella sua "bolla" come egli stesso la definisce. Conduce una vita molto familiare, ha molti nipoti a cui badare, ma ammette di vivere un momento di grazia, in cui si sente molto creativo, sta lavorando alla riedizione del disco ed anche alla stesura di un libro.

Diciamo che nonostante tutti questi anni passati nel silenzio, l'amatissimo cantautore ha ancora tanto da dire.

Teresa Moccia

Ti piacciono i nostri articoli? iscriviti alla nostra Newsletter per non perderne nemmeno uno!!

GOSSIP E CURIOSITÀ

News dal mondo della musica

Grignani: "quella volta in hotel a Reggio Calabria finì male"


Andare a un concerto di Gianluca Grignani non è mai un'esperienza banale. Nel corso della sua carriera non tutti i live sono stati portati a termine e oggi ricorderemo il perchè.

GOSSIP E CURIOSITÀ

Nazionale cantanti: la storia


"La nostra storia inizia con un traversone di Gianni Morandi dalla fascia destra". E' la storia della nazionale cantanti, fatta di divertimento, stadi pieni e solidarietà.

GOSSIP E CURIOSITÀ

The Voice Senior: Paolo Emilio Piluso da Casali del Manco incanta i giudici

23/01/2023

La terza edizione di The Voice Senior scopre Paolo Emilio Piluso, ingegnere di Casali del Manco, in provincia di Cosenza.

CONCERTI ED EVENTI

Mariella Nava: l'importanza di un istante

21/01/2023

Il periodo storico che viviamo ci sta mettendo a dura prova. Ma questa incertezza dell'oggi e del domani può essere la molla per ritornare ad apprezzare ogni momento e celebrarne la bellezza nel modo più giusto. Ne abbiamo parlato con Mariella Nava, in occasione dell'uscita del suo nuovo singolo "Alla Salute", che ci ricorda di valorizzare ogni istante e di brindare alla vita.

INTERVISTE

"Starship": se quelle ali potessero parlare

15/01/2023

"Starship" era il nome dell'aereo privato utilizzato da tante rock band per per gli spostamenti nei tour: dai Led Zeppelin a Elton John, da Alice Cooper ai Rolling Stones, e ancora Bob Dylan e Deep Purple, in tanti sono saliti su quello che è considerato il velivolo più rock di sempre.

GOSSIP E CURIOSITÀ

"Last Christmas" sotto attacco: lanciata una raccolta fondi per cancellarla per sempre

04/01/2023

"Last Christmas" degli Wham! dal 1984 è una delle canzoni natalizie per eccellenza. Non a tutti piace e c'è chi la detesta a tal punto da intraprendere una crociata in favore della sua defenestrazione: una coppia inglese, infatti, si è posta l'obiettivo di cancellare il brano dalle rotazioni radiofoniche, dalle tv e dalle piattaforme streaming. Come? Acquistandone i diritti di licenza.

GOSSIP E CURIOSITÀ

Freddie Mercury: i regali di Natale anche dopo di lui


Freddie Mercury viene descritto da tutti coloro che hanno avuto il piacere di conoscerlo come un uomo generoso, dal gran cuore, sempre proiettato verso i bisogni degli altri, soprattutto nel periodo di Natale.

GOSSIP E CURIOSITÀ

Maneskin: paura e delirio a Las Vegas

21/12/2022

I Maneskin nei giorni scorsi si sono esibiti a Las Vegas e, a fine concerto, hanno distrutto gli strumenti con cui hanno suonato. I 4.500 spettatori presenti pare abbiano gradito, mentre il popolo del web ha commentato in maniera molto critica l'accaduto. Vediamo perché.

CONCERTI ED EVENTI

Canzoni contro il Natale: il volto amaro della festa

19/12/2022

Se il Natale patinato ha una playlist ben radicata, con Mariah Carey, Wham e Chris Rea, oggi vogliamo darne una anche al sottobosco che si cela oltre le luci e i sorrisi.

GOSSIP E CURIOSITÀ

Sondaggio

Le canzoni sulla "Pace" - STOP WAR - Quale la tua preferita?

 
Risultati sondaggio
Plastic Ono Band - Give peace a chance
John Lennon - Imagine
Black Eyed Peas - Where is the love
Passengers - Miss Sarajevo
U2 - Peace on Earth
Bruce Springsteen - War
Bob Dylan - Blowin' in the wind
Scorpions - Wind of change
Michael Jackson - Earth Song