Tracce da rave: il confine tra musica e rumore


Il nuovo governo italiano, nell'immediatezza del suo insediamento, ha messo nel mirino 2 temi che ai più potrebbero sembrare marginali e che probabilmente lo sono davvero: alzare il tetto del contante a 10.000 euro e inasprire le sanzioni per chi organizza o partecipa ai rave party.

Le immagini trasmesse di recente in tv hanno mostrato un cordone di agenti di polizia che assiste al ballo incessante di ragazzi in preda all'alterazione sensoriale. Ai margini e nell'interno di un capannone industriale dismesso nei pressi di Modena centinaia di corpi si muovono come un pugile che caracolla prima di andare al tappeto. In quel caracollare c'è la lentezza di chi ha sprecato molte energie e la caparbietà di chi non rinuncia a fermarsi, c'è il calo dell'attenzione di chi ha abusato di se stesso, ma anche l'entusiasmo di chi pensa di aver trovato un angolo di libertà.

La musica tekno è martellante, spinge sul ritmo e in certi set è totalmente priva di melodia. Molto si è discusso sulla godibilità di questo sound al di fuori del circuito in cui è apprezzata. Alcuni la definiscono inascoltabile, arrivando a ipotizzare che lo sia anche per gli stessi fruitori abituali. Ciò sulla base del fatto che, in preda alla sfattanza, qualsiasi rumore che spezzi il silenzio, dalla forchetta sfregata sul piatto alla punta di un trapano nel muro, possa risultare piacevole o quantomeno non fastidioso.

Ma non si può ignorare che ci sia una comunità che ama questa musica e i suoi infiniti sottogeneri. E quando un nuovo paradigma si affaccia sul mondo c'è sempre qualcuno pronto a marchiare quel genere come poco ortodosso, a volte perfino pericoloso per l'intera società.

Il rock, ad esempio, è considerato la musica della ribellione per eccellenza. L'heavy metal è spesso citato in senso negativo per la pesantezza del suono e per i riferimenti alla morte, all'occulto, all'esoterico. Il punk è stato osteggiato perché ha la cresta ed è sinonimo di anarchia. E', in altri termini, la rappresentazione sonora del rifiuto per qualsiasi forma di controllo, come il controllo sociale esercitato dai mass media e dalle organizzazioni religiose.

Perfino il blues è stato definito "la musica del diavolo". Questa etichetta per molti anni ha costretto i suoi estimatori alla penombra, alla clandestinità, instillando nei musicisti credenti un diffuso senso di colpa. D'altra parte, però, ha anche reso più ammiccante il genere per quel sapore di proibito, di maledetto, che ne ha favorito la diffusione tra i giovani e meno giovani.

E se il blues ha riferimenti sessuali costanti, seppur celati dietro il velo della metafora, la tekno da rave (ancora più della techno) si lega alla illegalità dei raduni, al consumo di stupefacente, al rumore delle bottiglie di birra che rotolano via quando distratti avventori le colpiscono in preda ad un loop ossessivo davanti a un muro di amplificatori.

La tekno, quindi, nell'immaginario collettivo, risulta ben ancorata ad un determinato ambiente, rendendo l'approccio condizionato dal preconcetto. Una traccia può anche identificare un movimento culturale nella testa delle persone, ma nell'orecchio resta pur sempre un insieme di suoni. Eliminando le sovrastrutture, la tekno magari potrebbe risultare ugualmente inascoltabile, ma magari no, e da rumore trasformarsi in musica.

Temistocle Marasco

Ti piacciono i nostri articoli? iscriviti alla nostra Newsletter per non perderne nemmeno uno!!

CONCERTI ED EVENTI

News dal mondo della musica

Le cose più strane lanciate sul palco durante un concerto

04/02/2023

Durante i concerti, non di tutti gli artisti ma di molti, capita che i fan tirino sul palco oggetti di varia natura, nell'intento di stabilire un contatto, di recapitare un messaggio o soltanto di farsi notare. Vediamo quali.

GOSSIP E CURIOSITÀ

The Who: il nuovo album "Live At Wembley" con l'orchestra

01/02/2023

Gli Who hanno reso nota l'uscita di un nuovo album dal vivo intitolato "The Who Live At Wembley With Orchestra", disponibile dal 31 marzo.

NUOVE USCITE MUSICALI

Grignani: "quella volta in hotel a Reggio Calabria finì male"


Andare a un concerto di Gianluca Grignani non è mai un'esperienza banale. Nel corso della sua carriera non tutti i live sono stati portati a termine e oggi ricorderemo il perchè.

GOSSIP E CURIOSITÀ

Nazionale cantanti: la storia


"La nostra storia inizia con un traversone di Gianni Morandi dalla fascia destra". E' la storia della nazionale cantanti, fatta di divertimento, stadi pieni e solidarietà.

GOSSIP E CURIOSITÀ

The Voice Senior: Paolo Emilio Piluso da Casali del Manco incanta i giudici

23/01/2023

La terza edizione di The Voice Senior scopre Paolo Emilio Piluso, ingegnere di Casali del Manco, in provincia di Cosenza.

CONCERTI ED EVENTI

Mariella Nava: l'importanza di un istante

21/01/2023

Il periodo storico che viviamo ci sta mettendo a dura prova. Ma questa incertezza dell'oggi e del domani può essere la molla per ritornare ad apprezzare ogni momento e celebrarne la bellezza nel modo più giusto. Ne abbiamo parlato con Mariella Nava, in occasione dell'uscita del suo nuovo singolo "Alla Salute", che ci ricorda di valorizzare ogni istante e di brindare alla vita.

INTERVISTE

"Starship": se quelle ali potessero parlare

15/01/2023

"Starship" era il nome dell'aereo privato utilizzato da tante rock band per per gli spostamenti nei tour: dai Led Zeppelin a Elton John, da Alice Cooper ai Rolling Stones, e ancora Bob Dylan e Deep Purple, in tanti sono saliti su quello che è considerato il velivolo più rock di sempre.

GOSSIP E CURIOSITÀ

"Last Christmas" sotto attacco: lanciata una raccolta fondi per cancellarla per sempre

04/01/2023

"Last Christmas" degli Wham! dal 1984 è una delle canzoni natalizie per eccellenza. Non a tutti piace e c'è chi la detesta a tal punto da intraprendere una crociata in favore della sua defenestrazione: una coppia inglese, infatti, si è posta l'obiettivo di cancellare il brano dalle rotazioni radiofoniche, dalle tv e dalle piattaforme streaming. Come? Acquistandone i diritti di licenza.

GOSSIP E CURIOSITÀ

Freddie Mercury: i regali di Natale anche dopo di lui


Freddie Mercury viene descritto da tutti coloro che hanno avuto il piacere di conoscerlo come un uomo generoso, dal gran cuore, sempre proiettato verso i bisogni degli altri, soprattutto nel periodo di Natale.

GOSSIP E CURIOSITÀ

Sondaggio

Le canzoni sulla "Pace" - STOP WAR - Quale la tua preferita?

 
Risultati sondaggio
Plastic Ono Band - Give peace a chance
John Lennon - Imagine
Black Eyed Peas - Where is the love
Passengers - Miss Sarajevo
U2 - Peace on Earth
Bruce Springsteen - War
Bob Dylan - Blowin' in the wind
Scorpions - Wind of change
Michael Jackson - Earth Song