https://www.toptesti.it
https://www.toptesti.it
Francesca Ren Minutolo: sing in the Ren

Francesca Ren Minutolo: sing in the Ren

10/10/2018

Francesca Ren Minutolo è una giovane cantante cosentina che ha esordito a fine 2016 pubblicando il singolo "A Stento". Ci siamo fatti raccontare il percorso, il prima, il durante e il dopo che girano intorno a un promettente punto di partenza.

Benvenuta su Toptesti.it. Come e quando hai cominciato a cantare?
Si può anche dire che io abbia iniziato nella mia stanzetta, insieme alle mie sorelle che, ovviamente, ci tenevano particolarmente a registrare le prove in alcune audiocassette. Scherzi a parte, la prima volta che misi piede su un palco fu a 12 anni, in un villaggio turistico, partecipando ad una piccola gara per talenti.

Da dove deriva il nome d'arte "Ren"?
Deriva dalla parola giapponese "Renge", che significa "Fiore di loto". L'ho scelto perché il fiore di loto è il mio preferito ed è anche quello che è più vicino alla mia natura. Magari starò anche per annegare ma alla fine resto sempre a galla. Ovviamente mi piace anche per la sua molteplice e variegata simbologia, come tante altre cose della cultura asiatica.

Quali sono le tue influenze musicali?
Dire che sono differenti e molteplici è dire poco. Passo dal rock al soul, dal pop al blues in un attimo, per fare un esempio. Credo che, proprio tutta questa mescolanza di generi faccia di me quello che sono.

Parlaci del tuo primo singolo "A Stento". E' autobiografico?
Sì, è decisamente autobiografico. "A Stento" racconta un periodo della mia vita molto delicato. Le cose non andavano bene su vari fronti ed ero a tal punto sconfortata da pensare che andare via, lontano, fosse l'unica strada da percorrere. Luigi Greco, mio grande amico e fidato chitarrista, mi ha aiutato a mettere in musica queste emozioni così forti, che facevo fatica a raccontare. Il brano, oltre ad essere soggettivo e di libera interpretazione, è anche una denuncia sul precariato che affligge la mia generazione.

Fai parte di un'associazione culturale e musicale chiamata "The Charmers". Come è nata e quali sono i suoi obiettivi?
C'è voglia di realizzare grandi progetti: organizzazione di eventi musicali che vertano su diversi generi, magari affiancati anche dalle arti visive; promozione di nuovi talenti, anche attraverso la registrazione delle loro demo; una scuola di musica che possa dare la possibilità ai bambini, di estrazione sociale poco fortunata, di imparare cos'è la musica e come farne parte, iniziando ad approcciarsi al loro strumento preferito; e tanti altri altri progetti work in progress.

Qual è la tua principale paura, se ne hai, durante una esibizione live? Ad esempio non ricordare le parole, inciampare, non piacere. Probabilmente la paura di non piacere. Una paura che va piano piano scemando, a seguito degli applausi ricevuti dopo i primi brani eseguiti.

Che ne pensi dei talent show? Meglio la gavetta o ritrovarsi con un seguito da big dalla sera alla mattina?
Penso che la gavetta sia la strada più lunga e difficile da intraprendere che, però, ti abitua, passo dopo passo, a poter affrontare una situazione del genere, a crescere e a metterti in gioco live dopo live. Resta il fatto che ognuno è libero di scegliere il percorso che più gli aggrada.

A proposito di talent, In The Voice of Italy si è verificato un fenomeno per certi versi inaspettato: accanto a concorrenti sconosciuti, si sono presentati cantanti già affermati in cerca di rilancio, come Chiara Iezzi del duo Paola e Chiara, e perfino una vincitrice del Festival di Sanremo (Alessandra Drusian dei Jalisse). E sono stati anche eliminati. Cosa ne pensi?
Credo che esista un momento propizio per ognuno di noi. Probabilmente il loro è già stato sfruttato pienamente e adesso è giusto che si lasci spazio a nuovi talenti.

E' previsto un disco nel prossimo futuro?
Probabilmente sì, mi rimetterò a lavoro a breve.

Temistocle Marasco

Ti piacciono i nostri articoli? Iscriviti alla nostra Newsletter per non perderne nemmeno uno!!

NEWS NELLA CATEGORIA: INTERVISTE

Le Luci Della Centrale Elettrica: Vasco Brondi cala il sipario

Amy Winehouse: in tour nel 2019 sotto forma di ologramma ma con una band vera

News dal mondo della musica

Chris Cornell: Brad Pitt al lavoro sul film che ne racconterà la vita

Chris Cornell: Brad Pitt al lavoro sul film che ne racconterà la vita

Chris Cornell e Brad Pitt erano amici, amici veri. E proprio per questo l'attore americano sta pensando di realizzare un film documentario sul frontman dei Soundgarden, deceduto il 18 maggio 2017. [..]

Mahmood: lasciatemi cantare, sono un italiano

Mahmood: lasciatemi cantare, sono un italiano

La vittoria di Mahmood al festival di Sanremo 2019 ha dato il via a strumentalizzazioni che poco hanno a che fare con la musica, decretando un ulteriore vincitore: il complotto. [..]

Festival di Sanremo 2019: complimenti a Mahmood, il ragazzo che ha vinto

Festival di Sanremo 2019: complimenti a Mahmood, il ragazzo che ha vinto

Il festival di Sanremo 2019 è finito, lasciando dietro di sé più scontenti che persone soddisfatte. Vince Mahmood totalmente a sorpresa, poco premiato dal pubblico ma portato in alto dal voto delle giurie. [..]

Festival di Sanremo 2019: il peso di Fiorella Mannoia

Festival di Sanremo 2019: il peso di Fiorella Mannoia

Nella seconda serata del festival di Sanremo, quella in cui c'è un fisiologico calo di ascoltatori, Claudio Baglioni ha scelto di arricchire la proposta musicale invitando una sua cara amica: Fiorella Mannoia. [..]

Festival di Sanremo 2019 al via: ecco la nuova formula

Festival di Sanremo 2019 al via: ecco la nuova formula

Stasera parte il sessantanovesimo festival di Sanremo, condotto ancora una volta da Claudio Baglioni, che ha scelto come scudieri Claudio Bisio e Virginia Raffaele. [..]

Loredana Bertè: a Sanremo non per stupire ma per emozionare

Loredana Bertè: a Sanremo non per stupire ma per emozionare

Non è più il tempo dei clamori. Per Loredana Bertè, in gara sul palco dell'Ariston per l'undicesima volta, c'è solo voglia di colpire il cuore delle persone con la propria arte. [..]

Kazka: lacrime nella steppa

Kazka: lacrime nella steppa

I Kazka sono un trio ucraino nato nel 2017, la cui notorietà è dovuta alla partecipazione all'ottava edizione dell'Ukrainian X Factor. [..]

7 cantanti deceduti in strane circostanze

7 cantanti deceduti in strane circostanze

Fatalità, sfortuna e anche un pizzico di mistero avvolgono le storie di alcuni famosi personaggi accomunati da un tragico destino. [..]

Dear Jack e Pierdavide Carone: "Caramelle" non ne voglio più

Dear Jack e Pierdavide Carone: "Caramelle" non ne voglio più

Continua a far parlare di sè la bocciatura della canzone "Caramelle" dei Dear Jack e Pierdavide Carone nelle selezioni per la prossima edizione del festival di Sanremo. Quali sono i veri motivi? [..]